Diventare volontario LILT

Il volontario è una risorsa preziosa che dedicando parte del suo tempo libero può contribuire alle attività della LILT, come ad esempio:
• Attività presso gli ambulatori di prevenzione
• Attività di promozione (stand, manifestazioni, spettacoli, affissioni)
• Attività di segreteria presso l’ufficio della sede provinciale
• Prestare attività gratuita relativa ad interventi tecnici
• Assistenza Domiciliare agli ammalati oncologici e parenti

Etica di comportamento del volontario LILT

L’attività del volontario è ordinata da un Codice Etico.
Il suo comportamento deve essere caratterizzato da:
• Gratuità
• Segreto professionale
• Disponibilità al lavoro d’équipe
• Capacità di ascolto

NO!
• Ai consigli terapeutici
• Alle false promesse
• Ai regali personali

Alcuni consigli per chi aiuta il paziente oncologico

Non dimenticare la tua vita. La cura dell’altro è un vero e proprio lavoro e, come tale, impegna le tue energie Fai attenzione a eventuali segnali di stanchezza mentale, ansia, irritabilità, insonnia. Accetta l’aiuto che ti viene offerto senza avere sensi di colpa Incoraggia l’ammalato a svolgere, il più possibile, le sue piccole attività Confida ad amici il tuo stato d’animo ed evita il negativo isolamento Rilassati con gioiose letture, ascolta la tua musica preferita, svolgi attività manuali anche le più semplici, frequenta persone positive e solari… Ti aiuteranno!!

Testimonianze dai nostri Volontari

“Da parecchi anni mi dedico con un gruppo di volontari e con la supervisione della Psicologa dott.ssa Melania Spatola al servizio domiciliare degli ammalati oncologici. Essi ci vengono segnalati dagli Psicologi dell’ospedale Maria Vittoria e dell’ospedale S. Giovanni Bosco che, contattati dagli ammalati, ne riscontrano i bisogni e decidono di inserirli nell’assistenza domiciliare. I bisogni consistono per lo più in una presenza attiva del volontario sia per far loro compagnia a casa, sia per fare insieme qualche passeggiata sia per eseguire le pratiche burocratiche, sia per offrire amicizia e condivisione. Mi auguro che questo piccolo gruppo di volontari venga arricchito da altri componenti per poter soddisfare eventuali maggiori richieste da parte di persone che devono affrontare la malattia” – Angela Termine 

“Faccio la volontaria LILT da circa 30 anni, e non ho mai perso la voglia di dedicarmi a chi, per motivi di salute – in particolare problemi oncologici -, affronta momenti difficili ed impegnativi. In questi ultimi due anni mi sto dedicando ad una signora di 95 anni, operata 3 anni fa al seno. Lei è una persona molto in gamba, vive da sola e si gestisce in completa autonomia. Legge molto volentieri, e per questo andiamo in biblioteca pubblica a prendere i libri, che poi riporta dopo un mese. Preferisce i libri gialli, perchè la motivano a seguire i vari protagonisti. Sta attenta alla sua salute, va dal medico e segue le terapie con attenzione. Quando usciamo facciamo la spesa, e molte volte condividiamo esperienze. Ammiro la sua voglia di vivere” – Anna Murtas 

“Il mio desiderio di fare Volontariato è stato forse un po’ presuntuoso: mi ero ripromessa di alleviare con la mia sola presenza il senso di solitudine che spesso esprimono le persone colpite da una grave malattia o dal lutto di una persona cara. Il tempo passato con queste persone, la storia della loro Vita, è diventato per me molto importante: da loro imparo il coraggio con il quale sanno affrontare questo difficile percorso.” – Enrica

  • Contattaci subito al numero 011 836 626

    oppure scrivi all’indirizzo legatumoritorino@libero.it

    Insieme possiamo fare di più!

  • Chiamaci!